Riconoscimenti di merito

Consegna del Premio "Alfredo Panzini"

al cittadino benemerito che con il suo talento ha contribuito a far conoscere Bellaria Igea Marina.
Riconoscimento al fotografo Carlo Pelliccioni consegnato durante la serata dalla conduttrice Tessa Gelisio.

CARLO PELLICCIONI

PHOTOGRAPHY

Mostra fotografica al Cantiere Artistico

Carlo Pelliccioni in mostra al Cantiere Artistico 

 

Il Cantiere Artistico”. Una mostra per valorizzare l’educazione all’Arte ed al Recupero. 

La location è lo SPAZIO MIR-MAR, il primo stabilimento calzaturiero di dimensioni industriali e ad alta tecnologia di San Mauro Pascoli, costruito nel 1957,  
Dimensioni 2500 mq. di Arte Contemporanea 

 

Spazio MIR MAR , dedicato all'arte , alla creatività ,alla cultura,alla condivisione,alla ricerca,alla sperimentazione,alla musica e teatro.

 

Via Roma 27

San Mauro Pascoli FC

0rario 17:22

 

cantiereartistico@gmail.com

Projet192  Mostra fotografica internazionale a Sanmarino

193 Fotografi 3 Continenti 11 Nazioni

193. Il numero delle vittime di una strage terribile. 

193. Il numero dei fotografi coinvolti in un viaggio nella memoria. 

E’ una mostra fotografica internazionale che coinvolge 193 fotografi  di tre continenti e 11 nazioni (Germania, Francia, Turchia, Filippine, Spagna, India, Inghilterra, Canada, Italia, Portogallo e San Marino) che sono stati selezionati con un bando internazionale on-line per commemorare il decennale della strage di Madrid, il primo attentato terroristico di Al-Qaida in Europa del 2004.

Il progetto ha sede a Parigi e tutti i fotografi sono membri di Associazione P192 avendone ceduti i diritti di copyright e l’associazione, regolarmente iscritta al registro francese, è no profit.

La mostra è stata in prima nazionale a Padova dal 18 luglio al 31 luglio 2014 e prorogata dal comune di Padova fino al 18 Agosto.

Ora la mostra arriva a San Marino dal 25 ottobre al 15 novembre 2014 presso Palazzo Sums e ha avuto il patrocinio di 3 Dicasteri di Stato: Affari Esteri, Turismo, Istruzione e Cultura.
Il giorno dell’inaugurazione , 25 ottobre 2014 alle ore 16 a Palazzo S.U.M.S ci sarà un dibattito sul tema della fotografia come ”Costruzione della Memoria, memoria è costruzione” che sarà moderato dal critico fotografico Marco Vincenzi, dal docente universitario Paolo Rondelli e il fotografo Pino Ninfa.

Era l'11 marzo 2004. Sono passati quasi dieci anni dalle terribili esplosioni che in quel giorno hanno sventrato tre treni affollati di pendolari in una Madrid ancora addormentata. Corpi straziati, coperti da lenzuoli bianchi che sembravano garze. Madri, padri, amici, fratelli, sorelle, che non sarebbero rientrati più a casa, quella sera. 

Ora immaginate 193 persone che si tengono per mano e ritornano in quel luogo. 

In un modo o nell'altro. Con la mente, con i ricordi, con un nome tatuato in testa. 

Ad ognuno dei 193 autori é stata assegnata un'anima. E' stato assegnato un nome. 

Un nome che rimbomba. Come una nuova esplosione. 

Un nome che resta l'unica luce in un dolore così buio. 

Ciro Prota é ideatore e promotore di PROJET 192. 

“Il Progetto 192 fonde la vita, la morte, la pietà e l’accusa. 193 fotografie e 193 nomi, quelli delle vittime dell’attentato nei treni dei pendolari di Madrid, l’11 marzo 2004. Un passato molto prossimo sul quale però ogni giorno cala impercettibile un velo, il velo più pericoloso, il velo dell’oblio, lento e sottile. 

Io non voglio dimenticare, e non posso. Un giorno uguale all’altro, un giorno dopo l’altro. Ma l’11 marzo 2004 è stato un giorno diverso. Nei treni è entrata la morte, quella più cieca, violenta, cattiva, portata da un odio cieco, violento" 

E' con queste parole e con una grande voglia di contagiare il mondo con il bisogno di ricordare Ciro é riuscito a coinvolgere in pochi giorni, 193 creativi a cui ha affidato il compito di fermare l'amnesia sul dolore, fotografi che lavorano con l’immagine, con i propri occhi e la propria sensibilità interpretando vite di persone mai conosciute, con il solo scopo di non dimenticare. Il tutto raccolto con delicatezza, simbolismo ed interpretazione di attimi che la fotografia sa dare quando cerca di colpire il cuore tramite gli occhi (la mostra non contiene foto cruenti)

E non é solo per non dimenticare. Project 192 vuole essere l'inizio di qualcosa di più grande che non si fermerà qui ed ora. 

E' un progetto di vita contro la morte. Un progetto che in questo momento si avvale di 193 esseri umani, provenienti da tutto il mondo. 

Tutti e 193, uniti dalla passione per la fotografia e dal bisogno di fare della loro arte qualcosa di concreto. Ogni fotografo ha una storia diversa, una diversa sensibilità, proprio come le 193 vittime che si sono trovate fatalmente unite da un destino comune in quel giorno di marzo. 

Perché voltarsi indietro non significa solo guardare ma anche riportare in qualche modo in vita, il desiderio di chi non c'é più. Essere ricordato per sempre. Tutti noi lo vorremmo. 

 

 

Projet192  

Mostra fotografica a Padova

A Padova, negli spazi del Centro Culturale Altinate/San Gaetano, dal 18 al 31 Luglio 2014 si è svolta la prima Mostra su territorio nazionale del Projet192 

Show More

IV Concorso Nazionale di Fotografia Città di Nettuno

Carlo Pelliccioni – Terzo Classificato IV Concorso Nazionale di Fotografia Città di Nettuno e  Menzione D’onore per la Composizione

30/08/2014

Concorso fotografico  " La magia del presepe in uno sguardo "

Dicembre 2012

Concorso Fotografico "La magia del Presepe in uno sguardo" dedicato al Presepe di Sabbia di Bellaria Igea Marina.

"Il guardiano" di Carlo Pelliccioni 1° classificato Premio della Giuria Tecnica 

 

 

Bellaria (Rn)

Partita IVA: IT02354680403

Premio panzini.jpg